italija engleska

portorus

Geografia

L'isola di Lagosta appartiene all'arcipelago della isole della Dalmazia centrale. Situata a 13 km da Curzola l'isola di Lagosta è una delle più remote ed inabitate isole dell'Adriatico. Le altre isole che appartengono a questo gruppo sono Lissa, Brazza, Lesina, Curzola e Meleda.Le dimensioni del'isola sono approssimativamente di 9,8 km di larghezza e 5,8 di lunghezza. L'arcipelago di Lagosta contiene qualcosa come 46 piccole isole circostanti, incluse le isole più grandi di Cazza (Susac), San Giorgio o Prespa (Prežba), Marcara (Mrčara) e un gruppo di isole chiamate Scogli Lagostini (Lastovnjaci) sul lato orientale. Prespa è collegata con l'isola principale da un ponte al villaggio di Passaduro (Pasadur). L'isola ha una servizio di traghetti e battelli giornalieri che collegano le isolette a Spalato e fanno scalo a Curzola e Lesina. Gli altri insediamenti includono i villaggi di San Pietro (Ubli), Lucizza (Lucica), Porto Chiave (Zaklopatica), Porto Rosso[2] (Skrivena Luka) e il già citato Passadur.

Torna sopra...

Clima

Lagosta possiede tutte le caratteristiche base del clima mediterraneo, dominato dal clima mite, inverni umidi e freddi, ed estati alcune volte umide e piovose. L'isola ricevendo circa 2700 ore di sole all'anno, si colloca come una delle più assolate ed ospitali isole per i turisti nell'intero Adriatico Orientale. Questo fa si che la temperatura dell'acqua raggiunga i 27 °C in estate. Le precipitazioni annuali sono all'incirca di 650 mm.

Torna sopra...

Cenni storici

Il capoluogo dell'isola di Lagosta (Latino: Augusta Insula, Greco: Ladestanos, Illirico: Ladest, Croato: Lastovo) che prende il nome dall'isola stessa, è una città della regione raguseo-narentana in Croazia di circa 500 abitanti. La città consta di 46 isole con una popolazione complessiva di circa 836 abitanti, dei quali il 93% di etnia croata. L'area raggiunge l'estensione di 56 km² circa. Lagosta (Lastovo) è il capoluogo dell'omonima isola. Lagosta, come il resto dell'antica provincia romana della Dalmatia, fu colonizzata dagli Illiri, che conquistarono e colonizzarono l'intera area riprendendo il controllo dopo l'invasione degli Avari e le emigrazioni delle tribù slave nel VII secolo d.C. Le tribù slave fortificarono la maggior parte delle coste isolane e dell'intero arcipelago. Intorno all'anno mille però la Serenissima Repubblica di Venezia attaccò e distrusse l'abitato a causa dei frequenti atti di pirateria cui gli abitanti si davano spesso in tutte le coste dell'Adriatico orientale. Nel XIII secolo Lagosta si unì alla Repubblica di Ragusa e per alcuni secoli riuscì a godere di una certa autonomia fino alla finale conquista francese ad opera di Napoleone. L'impero Austro-Ungarico governò l'isola fino al 1918, quando entrò a fare parte dei possessi italiani della nuova provincia di Zara del Regno d'Italia. Lagosta aveva una minoranza di lingua italiana che, a seguito del trasferimento nell'isola di molti Dalmati Italiani profughi dalla recentemente costituita Iugoslavia, raggiunse il 40% del totale della popolazione dell'isola nel 1940. Nella primavera del 1941 Lagosta fu inserita nella Provincia italiana di Spalato del Governatorato di Dalmazia. Il 10 settembre 1943 fu occupata dai Tedeschi e successivamente dai partigiani titini, con conseguente esodo (ed anche parziale massacro) degli italiani dall'isola. Dopo la seconda guerra mondiale l'isola fece parte delle cessioni territoriali cui l'Italia fu costretta dalle potenze vincitrici, e divenne parte integrante della nuova Repubblica di Jugoslavia. Dopo la guerra civile del 1991 l'isola, come tutta la vecchia provincia italiana di Zara, entrò a far parte della Repubblica di Croazia.

Torna sopra...

Economia

Come molte delle isole del Mediterraneo l'economia di Lagosta è incentrata sul turismo e sull'agricoltura. Il rapporto sull'agricoltura del 2003 indica che la municipalità di Lagosta ha 25 ettari di terra riservati all'agricoltura. In questi 25 ettari vi sono numerose di vigne e 9000 circa olivi. A seguito dell'isolamento imposto agli stranieri a causa delle attività dell'esercito jugoslavo durante la guerra civile del 1991-1995 e del conseguente isolamento dalla civiltà, l'isola costituisce ora per i turisti una grande meta per viaggi e gite proprio a causa di questa suo "isolamento forzato". Nonostante ciò gruppi ed aziende turistiche hanno riportato il turismo sull'isola e chiedono a gran voce lo status di parco naturale per l'isola.

Torna sopra...

Demografia

Secondo le stime del 2001, la municipalità di Lagosta aveva una popolazione di 835 abitanti di cui 451 nel capoluogo omonimo. Gli 835 lagostini sono divisi in 291 case e villette con una densità di 2,7 persone per abitazione, registrando un dato leggermente più basso della media nazionale croata (3,0 persone per abitazione). L'età media degli abitanti di Lagosta si aggira intorno ai 40 anni risultando più alta della media nazionale croata (39 anni di media). Circa il 91% degli abitanti di Lagosta è di fede Cristiana ed il 93% di nazionalità croata. Il livello più alto di educazione sull'isola per il 44% della popolazione è la scuola media superiore; per il 13% l'università.

Torna sopra...